Installare il Webasto Thermo Top sul motore

Scritto da Axel_Camper on . Postato in Faidate

Chi ama il campeggio invernale è al corrente che le partenze a freddo possono generare problemi. Webasto ci viene incontro con il suo pre-riscaldatore del motore Thermo Top; vediamo in questo caso la sua installazione sul Ducato 2° Serie (1994-2006).

Inutile fare grandi discorsi: l’inverno provoca sempre qualche disagio al motore a gasolio del camper. Le temperature rigide non favoriscono certo la partenza, soprattutto se il mezzo è stato fermo delle ore o dei giorni. Un rimedio efficacie, ma costoso, consiste nell’installare un preriscaldatore per il motore, del tipo commercializzato da Webasto o Eberspacher. E si può risparmiare una bella cifra montandolo in proprio. Ma attenzione perché si tratta di un intervento molto complesso, richiede una buona preparazione, un minimo di conoscenze meccaniche ed una discreta abilità con i ferri d’officina. Se non ci sentiamo all’altezza, non tentiamoci nemmeno. Se invece crediamo di avere le carte in regola per portare a buon fine l’intervento, potremmo ottenere una bella soddisfazione. Acquistando un kit di montaggio troverete comunque le istruzioni dettagliate di montaggio.

L’oggetto installato in questo fai da te è un riscaldatore Webasto Thermo Top E.

Dopo aver ispezionato la zona dedicata al montaggio, ossia la cabina di guida ed il vano motore, dobbiamo mettere a nudo la parte frontale del mezzo, smontando il paraurti (foto 1), per questo dovremo svitare una serie di bulloni, alcuni coperti da borchie in plastica, altri dietro la mascherina che sostiene il lo9go Fiat, la quale dovrà essere rimossa.Smontaggio paraurti ducato

Sganciati anche i tiranti metallici posti ai lati, sfiliamo il paraurti. Sul Ducato del ’94 il riscaldatore andrà collocato sotto il paraurti, vicino alla ruota sinistra (foto 2).

Fissaggio webasto thermo top sul telaio

Sulle serie più recenti del commerciale Fiat invece si potrà prevedere un’installazione all’interno del vano motore, dietro il radiatore. Ma attenzione perché in ogni caso l’accessorio deve essere posizionato più in basso della vaschetta del liquido di raffreddamento. Ecco che il riscaldatore viene fissato al telaio, forando le lamiere scatolate e inserendo adeguati bulloni in dotazione. Di seguito andremo a collegare il Webasto con i diversi cavi elettrici contenuti nel kit (foto 3).Collegamento elettrico webasto thermo top

Installiamo la piastrina portamasse/gruppo fusibili nella zona dietro il fanale sinistro, avendo l’accortezza di sverniciare la porzione di lamiera interessata (foto 4).Installazione piastrina portamasse gruppo fusibili

A questo punto occorre portare all’interno della cabina i cavi elettrici della ventola e quelli che comandano il riscaldatore: utilizziamo il foro dal quale passa anche la guaina del tachimetro. Per procedere dovremo smontare la parte inferiore del cruscotto, o meglio i semicruscotti inferiori destro e sinistro (foto 5).Smontaggio semicruscotto ducato

Fatto questo, foriamo il semicruscotto sinistro e applichiamo il gruppo comando timer del riscaldatore. Dietro il semicruscotto destro invece porteremo i cavi del Webasto (foto 6): andranno collegati al circuito di controllo della ventola che gestisce il riscaldamento del cruscotto. Per questo tagliamo il cavo del relè ed inseriamo, saldandoli, i cavi che arrivano dal riscaldatore. Ora possiamo rimontare il cruscotto.Collegamento cavi webasto ventola ducato

Di seguito collegheremo al Webasto il tubo dell’aria comburente, fissandolo al telaio del mezzo. E’ importante che il tubo che raccoglie aria dall’esterno abbia l’imbocco rivolto verso il basso (foto 7).Collegamento tubo aria comburente webasto

Colleghiamo poi al riscaldatore i tubi dell’acqua in dotazione (foto 8).Collegamento tubi acqua ducato al webasto

Questi tubi dovranno essere inseriti sul circuito che dal motore va allo scambiatore di calore della cabina. Dovremo quindi tagliare il tubo dell’acqua che collega la testata del motore allo scambiatore di calore e innestare il tubo di mandata del riscaldatore. Un ulteriore tubo dell’acqua collegherà il Webasto Thermo Top allo scambiatore di calore. Le operazioni complicate non si fermano però qui. Dobbiamo, infatti, intercettare il tubo del gasolio del mezzo e portarlo al Webasto, il quale non possiede un proprio serbatoio, bensì sfrutta quello del veicolo. Sdraiamoci sotto il camper tagliamo il tubicino del ritorno della pompa di iniezione e colleghiamolo al riscaldatore, da qui uscirà un ulteriore tubicino che si collegherà al tratto di tubo tagliato, ristabilendo un circuito (foto 9)Collegamento tubo gasolio webasto

Ora facciamo i necessari collegamenti alla batteria del veicolo (foto 10); infine andremo a predisporre il sistema di scarico del riscaldatore.Collegamento webasto alla batteria del ducato

Colleghiamo ad esso il tubo metallico corrugato (foto 11), e fissiamo al telaio, sotto al radiatore, un piccolo silenziatore in dotazione, posto sul condotto poco prima dell’uscita dei fumi (foto 12). Una volta concluse le operazioni di montaggio dovremo effettuare alcune prove per verificare il corretto funzionamento dell’accessorio.Installazione marmitta webastoInstallazione silenziatore webasto

Commenti

Tags: , , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Axel Camper

Di Fiumidinisi Manuel

  • Via Enrico Fermi n. 25 Monza (MB)
  • Mobile: 347-9516741
  • Skype: manuel.fiumidinisi
  • Mail: info@axelcamper.it
  • P.IVA: 07228750969